PALERMO ARABA

  

Angoli ottomani, mercati arabi, palazzi da mille e una notte e chiese simili a moschee, anche questo è Palermo

Exp palermo-a1

 Partenza da : Hotel
Durata: 7 ore

La conquista musulmana della Sicilia e parte del sud d'Italia duró 75 anni. Secondo alcune fonti,la conquista fu promossa da Eufemio, il comandante bizantino che temeva il castigo dell'imperatore Michele II per un'indiscrezione sessuale.
Dopo la conquista di breve durata di Siracusa, fu proclamato imperatore, pero fu obbligato dalle forze alleate a fuggire in africa alla corte di Ziyadat Allah. Quest'ultimo decise di conquistare la Sicilia, con la promessa di lasciarla in mano a Eufemio in cambio di un tributo annuale e si pose alla sua conquista a 70 anni di età.
L'esercito musulmano contava 10.000 fanti, 700 cavalieri e 100 barche rafforzate dalle imbarcazioni di Eufemio, e sbarcarono a Mazara del Vallo. La prima battaglia contro le truppe bizantine si tenne il 15 luglio del 827, vicino Mazara, ed ebbe come risultato una vittoria di Aghlabid.
Visiteremo due monumenti specifici di Palermo araba. Il castello della Zisa, così come i Quanat.
La costruzioni del re Guglielmo I di Sicilia e terminata da suo figlio Guglielmo II. L'edificio è stato concepito come residenza estiva dei re normanni, così come parte della zona di caccia conosciuta come Genoard(paradiso in terra) che include anche la Cuba Inferiore, la Cuba superiore e il palazzo Uscibene.
La Zisa è chiaramente ispirata all'architettura moresca. Il nome Zisa deriva dal termine arabo al-Aziz, che significa "nobile", "glorioso", "magnífico". La stessa parola in scrittura Naskh, si trova scolpita all'ingresso, in accordo con la tradizione abituale dei principali edifici islamici dell'epoca.

Qanat: Stiamo parlando di un esempio eccezionale di "ingegneria idraulica" comunemente chiamato "Qanat" in diverse regioni del pianeta, specialmente in Asia e nel Mediterraneo, dove si sviluppò in maniera estesa, e che permette di intercettare il livello freatico, prendere l'acqua e trasportarla alle aree distanti per irrigazione e per uso potabile, senza rischio di evaporazione e per tanto di promuovere la coltivazione in un ambiente quasi proibitivo per temperatura e radiazioni solari.

L'ESPERIENZA INCLUDE: Auto privata, accompagnatore, ingressi ai monumenti nel castello della zisa e nei Qanat. Pranzo in un ristorante locale.

PRENOTA ORA

Exp palermo-a2

InMosaica Blog