CUCINARE CON "MAMMA SORRENTO"


 
Una lezione di cucina da una VERA massaia di Sorrento nel mezzo della baia sorrentina.

Amalfi-cucina-2

Partenza da: Sorrento
Durata: 5 ore

Verremo a prenderti in hotel e partiremo verso il mercato del pesce dove compreremo tutti gli ingredienti necessari per creare il nostro pranzo speciale. Continueremo verso una casa privata dove la proprietaria, nostra "mamma" ci svelerà tutti i segreti per realizzare un vero pranzo Sorrentino. La aiuteremo a realizzare il pranzo stesso. Alla fine di Questa esperienza incredibile e divertente godremo del nostro pranzo speciale prima di tornare in hotel.


Amalfi-Sorrento-Panorama"Racconta la legenda che il nome di Sorrento deriva dalle mitiche sirene, che erano metà donne e metà pesce, che spingevano i navigatori a naufraugare sulle loro scogliere. Città la cui probabile origine è greca. Le leggende ci indicano una stretta connessione tra Lipari e Sorrento, colonia della prima durante il passato; e anche durante l'impero romano Sorrento rimase per la maggior parte greca. Prima della supremazia romana fu una delle città sottomesse a Nuceria, e condivise la sua sorte nella guerra sociale. Fu controllata dai romani nell'anno 89 a.c., però dopo si allearono entrambe le città nella rivolta del 90 sotto il nome di Estabia; fu sottomessa negli anni seguenti.

La sua prosperità si data durante il periodo imperiale quando Capri era la residenza preferita da Augusto e Tiberio. Numerose iscrizioni sepolcrali di schiavi imperiali e di uomini liberi sono state trovate Sorrento. Un'iscrizione mostra che Tito l'anno dopo il terremoto del 79 restaurò l'orologio della città e la sua decorazione architettonica. Un restauro simile dello sconosciuto edificio di Napoli nello stesso anno è registrata da un'iscrizione di Sorrento.
I templi più importanti di Sorrento erano quello di Atena e quello delle Sirene (l'unico ad esse dedicato nell'antichità nell'universo greco); e diede il suo nome al promontorio. Nell'antichità, Sorrento era famosa per i suoi vini, la sua pesca e i suoi vasi campani di figure rosse. La scoperta qui di monete di Massalia, della Gallia e delle isole Baleari indicano una grande attività commerciale.
La posizione di Sorrento era molto sicura, protetta dai suoi profondi strapiombi. L'unica eccezione alla sua protezione naturale erano i 275 metri a sud-est difesi mediante muraglie, la cui linea fu allungata in tempi successivi. La disposizione della strade attuali rispecchia quella della città antica e la disposizione delle strade con muraglioni, le quali dividono la pianura fino all'est, sembrano risalire in qualche modo ai romani. Non si sono conservate rovine nella città, però ci sono molti resti nel quartiere della villa all'est della città sulla strada verso Estabia, della quale ancora esistono tracce, nella direzione della strada attuale, molto più alta, che taglia la montagna. Il luogo dove sorgeva una parte delle muraglie più grandi (probabilmente pertinenti alla dimora imperiale) è attualmente occupato dall'hotel Victoria, sotto la cui terrazza fu trovato un piccolo teatro, nel 1855; un antico tunnel, scavato nella roccia, porta fino alla riva del mare. Forse esistono resti di altre ville, ma le rovine più importanti sono nell'invaso dell'acquedotto sotterraneo appena al di fuori della città, ad est, il quale non aveva meno di 27 stanze, di 27 metri per 6, in ognuna delle quali si sono trovate tombe greche e osche. C'è un altro sobborgo, posto al di sotto della città, nel promontorio a ovest di questa. Sotto l' Hotel Sirena sii trovano sub-strutture e un tunnel scavato nella roccia. A nord est, a Capo Sorrento c'è un'altra villa, chiamata Bagni della Regina Giovanna, con bagni; e nella baia, a sud est si trovava la villa di Polio Félix, amico del poeta Estacio, la quale è descritta nelle Silvas II. 2, e i cui resti ancora si conservano. Più lontane, ad ovest ci sono altre ville e, ancora oltre, c'è il tempio di Atena, nel promontorio chiamato anch'esso di Atena, nell'estremità della penisola (l' attuale Punta Campanella). Non esiste nessun resto del celebre tempio delle Sirene."

L'ESPERIENZA INCLUDE : trasporto privato, tour escort, corso di cucina in una casa privata, pranzo in un ristorante locale (3 piatti + ¼ vino + ½ acqua minerale)

Amalfi-quadro mare

InMosaica Blog